Quali sono le migliori domande per verificare le referenze personali o lavorative?

Febbraio 23, 2021

Poiché i candidati possono essere inaffidabili, mentire o esagerare per ottenere il lavoro, devi assicurarti che tutti gli aspetti delle referenze lavorative siano reali. Per fare ciò, devi porre domande, come quelle che ti mostreremo di seguito sotto l'argomento Quali sono le migliori domande per verificare i riferimenti personali o di lavoro?

Quali sono le migliori domande per controllare le referenze personali o lavorative?

Índice

    Perché dovrebbero essere poste domande per verificare referenze personali o lavorative?

    Il controllo delle referenze, personali o lavorative, è un processo di vitale importanza durante il processo di reclutamento per la tua azienda o attività. Questo processo deve soddisfare determinati obiettivi primari di reclutamento e selezione, ma in breve, questo è importante perché è l'unico modo per il reclutatore di verificare l'accuratezza delle capacità, dei risultati e dell'esperienza che i candidati dichiarano di avere.

    Poiché le abilità interpersonali sono importanti sul posto di lavoro, non è sufficiente accontentarsi che un candidato ti fornisca le informazioni di contatto e il nome del precedente datore di lavoro, dovresti informarti sul tipo di rapporto di lavoro che il richiedente ha avuto con quella persona.

    È importante che le referenze richieste al candidato provengano direttamente da un responsabile delle risorse umane, ex capo, direttore esecutivo o qualsiasi altro supervisore dell'azienda da cui il dipendente è uscito.

    È anche molto importante che la referenza sia aggiornata , cioè che non provengano da lavori molto vecchi del richiedente, in quanto questo è un segno che non è riuscito a consacrare rapporti di lavoro sani e forti nei suoi vecchi lavori, chiarire come i tratti della personalità nelle prestazioni dei dipendenti.

    Leggi  Quali sono i vantaggi di un sistema di controllo centralizzato dell'inventario?

    Quali sono le migliori domande per verificare referenze personali o lavorative? Le 8 domande principali

    Il modo migliore per verificare i riferimenti personali o di lavoro dei candidati è contattare direttamente il consigliere e fargli domande chiave per scoprire tutto ciò di cui hai bisogno sul candidato, ecco alcune delle domande che puoi porre:

    1. Conosci il candidato?

    Questa è la prima domanda che dovresti fare, con la quale saprai se puoi continuare a fare più domande e che confermerà se hanno davvero condiviso i legami di lavoro in un lavoro in un determinato momento e quale rapporto li ha uniti.

    2. Da quanto tempo lavoravate insieme?

    Questa è una delle tante domande con cui potrai svelare se durante il colloquio di lavoro, il candidato per entrare in azienda abbia fornito informazioni veritiere e consentirà al reclutatore di raccogliere informazioni più veritiere .

    3. Qual è stato il più grande risultato ottenuto dal candidato lavorando insieme?

    Questa è una domanda che ci permette di sapere quanto sia ambizioso un candidato, le sue capacità interpersonali sul posto di lavoro e cosa è disposto a fare nel suo sviluppo lavorativo , inoltre, permette di sapere se il candidato per timidezza ha omesso qualsiasi risultato o se piuttosto ha fatto ricorso all'esagerazione durante il suo colloquio.

    4. Eri suo partner, subordinato o superiore?

    Se vuoi che prevalga l'imparzialità, fare questa domanda sarà la cosa migliore, in quanto rivelerà la relazione gerarchica che esisteva tra il candidato e il raccomandatore, rivelando aspetti di parzialità o imparzialità nel fare il riferimento.

    5. Cosa pensi manchi al candidato per continuare una vita lavorativa di successo?

    Questa è una domanda molto interessante e importante, perché la risposta del reclutatore chiarirà se il candidato sarà un lavoratore utile e prezioso nella tua azienda, oppure puoi farne a meno.

    Leggi  Quali sono le principali differenze tra "Teleconferenza" e "Videoconferenza"?

    6. Il candidato ha ricevuto una promozione in un dato momento?

    A seconda della risposta data a questa domanda, puoi: rafforzare la domanda perché ti si addice (se la risposta alla domanda è sì) o cercare di capire perché non è successo prima di rifiutarla a titolo definitivo (se la risposta è no).

    7. Perché il lavoratore ha lasciato la sua posizione?

    Qui puoi scoprire se si è trattato di una rinuncia volontaria del richiedente o se è stato un licenziamento e il motivo che ha portato il raccomandatore a prendere quella decisione.

    8. Potete consigliare a qualcun altro di fornire referenze sul candidato?

    Questa domanda consente al reclutatore di conoscere altre persone che possono fornire informazioni affidabili sul candidato e quindi corroborare adeguatamente le proprie capacità.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Go up

    Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul web. Se continui ad utilizzare questo sito, lo assumeremo Maggiori informazioni