Come creare una USB persistente in Ubuntu con mkusb: facile e veloce

Giugno 28, 2022

Ubuntu è un sistema operativo open source abbastanza versatile che ti consente di avere molti strumenti di cui puoi sfruttare appieno. Gli strumenti su cui puoi contare vanno dal conoscere le previsioni del tempo all'avere tutti i tipi di estensioni e programmi di ufficio o di pianificazione.

Come creare una USB persistente in Ubuntu con Mkusb: facile e veloce

Grazie al fatto che questo sistema è uno dei più sicuri e personalizzabili, non dovrai preoccuparti che venga infettato da un virus. Poiché i virus sono solitamente programmati per attaccare altri sistemi operativi più vulnerabili. Nonostante tutto puoi installare Comodo per Linux per una maggiore protezione. Ma non è tutto, puoi anche creare una USB persistente con Ubuntu, in questo articolo ti guideremo.

    Índice

      Cosa fa un programma di installazione USB persistente?

      Queste USB Unix, come gli Universal USB Installer, consentono di creare i file avviabili necessari su una partizione. Questa stessa partizione è formattata con FAT32 e, a causa delle limitazioni in FAT32 stesso, la dimensione del file è al massimo di 4G.

      Ora, se quello che vuoi è uno spazio di archiviazione più persistente, puoi sostituirlo con una partizione il cui limite di archiviazione sarà lo stesso della memoria USB che stai utilizzando in quel momento.

      Puoi utilizzare il gestore delle partizioni GParted dove puoi ridimensionare la partizione FAT32 e quindi avere più spazio per una nuova partizione EXT4 più grande per godere di più spazio di archiviazione.

      Il file persistente che hai può essere eliminato e quando riaccendi il computer, il sistema operativo Ubuntu selezionerà automaticamente la partizione persistente con più spazio.

      Leggi  Come utilizzare i pennelli per poster vintage in Adobe Illustrator - Passo dopo passo

      Ma mentre finora tutto suona alla grande, c'è un piccolo problema, Ubuntu stesso non può modificare la propria partizione di avvio attiva, quindi avrai bisogno di un altro sistema Ubuntu per farlo. Puoi usare una seconda chiavetta USB contenente Ubuntu Live. Ti mostreremo di seguito quali sono i passaggi da seguire.

      Come creare una USB persistente in Ubuntu?

      Questa volta utilizzeremo la versione a 32 bit di Ubuntu 13.10, se non conosci la versione del tuo sistema Ubuntu puoi farlo facilmente, invece per creare una USB persistente devi seguire i seguenti passaggi:

      • Il primo passo da seguire è installare Ubuntu su due dispositivi USB e su di essi fare una piccola configurazione in modo che entrambi abbiano una memoria persistente di almeno 100 MB.
      • Dovresti aprire o eseguire Ubuntu da una delle unità e mantenere offline l'altra unità.
      • Devi cercare l'opzione GParted Partition Editor da Ubuntu Dash e aprirlo. Lo stesso è installato di default in 13.10
      • Questo è il momento in cui dovresti inserire l'altro dispositivo USB e, dopo alcuni secondi, aggiornarlo in GParted, che puoi aprire usando il comando Ctrl + R. Quando lo fai, dovresti vedere un nuovo dispositivo aggiunto all'elenco. Devi verificare che la dimensione corrisponda a quella della tua USB e selezionarla.
      • Ora dovresti controllare il punto di montaggio (/media/ubuntu/UUI)
      • Ora dovresti aprire la finestra del terminale usando il comando Ctrl + Alt + T e rimuovere i file persistenti usando il seguente comando: rm -v /media/ubuntu/UUI/casper-rw
      • Aggiorna di nuovo GParted e controlla le modifiche che sono state apportate a Usato
      • Ora, posiziona il cursore sulla partizione e fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona l'opzione di smontaggio. Se hai seguito i passaggi alla lettera, noterai che il punto di montaggio non si riflette più sullo schermo.
      • Fai di nuovo clic con il tasto destro sulla partizione, ma questa volta seleziona l'opzione Ridimensiona/Sposta e sarai in grado di vedere la partizione assegnata.
      • È ora che tu crei una nuova partizione per l'archiviazione persistente e scegli la partizione che non hai assegnato e con il tasto destro del mouse fai clic e seleziona l'opzione Nuova.
      • Ora scegli il filesystem ext4 in cui etichetterai casper-rw e fai clic su Aggiungi.
      • Verifica che tutti i parametri siano corretti e, una volta fatto, premi il pulsante verde per verificare e applicare tutte le operazioni in sospeso.
      • Già il penultimo passaggio è spegnere Ubuntu e rimuovere il primo dispositivo USB e riavviare dal secondo dispositivo USB
      • Infine apri un terminale con il comando Ctrl + Alt + T e digita il seguente comando: df . –hy controlla che la dimensione Avail corrisponda alla partizione persistente che hai creato.
      Leggi  Quali sono le migliori applicazioni per rilevare terremoti o scosse in tempo reale?

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

      Go up

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul web. Se continui ad utilizzare questo sito, lo assumeremo Maggiori informazioni