Come controllare VirtualBox in remoto con RemoteBox da Android - Display remoto

Giugno 3, 2021

Per controllare il corretto utilizzo di VirtualBox tramite RemoteBox è necessario seguire una serie di passaggi, qui ti diremo quali, a partire da:

Índice

    Configurazione VirtualBox

    Tieni presente che VirtualBox fungerà da server e RemoteBox fungerà da "client" di detto server, per questo dobbiamo:

    • Apri un terminale e procedi a scrivere:
    • sudo nano /etc/default/box virtuale
  1. Con l'editor di testo ancora aperto, scriviamo alcune righe aggiuntive:
    • VBOXWEB_USER = utente
    • VBOXWEB_PASSWD = password
    • VBOXWEB_TIMEOUT=0
    • VBOXWEB_HOST=192.168.1.100
  2. È estremamente importante che in questo passaggio modifichiamo il nome utente e la password, questo per evitare che estranei entrino nelle nostre macchine virtuali , queste modifiche ci forniranno maggiore sicurezza. Possiamo anche cambiare l'IP dell'Host con quello più adatto a noi in base alla nostra rete.

    • Dopo aver configurato una password, un nome utente e un IP appropriato, procederemo all'avvio del nostro 'server' VirtualBox remoto, inseriamo il comando:
      • sudo /etc/init.d/vboxweb-service start
    • Con questo abbiamo già il nostro server attivo, così come VirtualBox pronto a ricevere connessioni remote.

    Installazione RemoteBox

    Dopo la precedente configurazione di VirtualBox possiamo passare all'installazione di RemoteBox, questa come la configurazione che abbiamo fatto di recente, è semplicissima.

    • Per l' installazione di RemoteBox posizioneremo in anticipo il repository GetDeb:
    • wget http://archive.getdeb.net/install_deb/getdeb-repository_0.1-1~getdeb1_all.deb
    • sudo dpkg -i getdeb-repository_0.1-1~getdeb1_all.deb
    • wget -q -O- http://archive.getdeb.net/getdeb-archive.key | sudo apt-key add –
  3. Una volta fatto ciò, saremo preparati per la corretta installazione di RemoteBox, per questo procediamo ad aggiornare i repository con la seguente riga nel nostro terminale:
    • su udo apt update
  4. Con questo inizieremo l'installazione:
    • sudo apt install remotebox
  5. Dopo questi semplici passaggi avremo installato RemoteBox.
  6. Ricorda sempre che RemoteBox agirà da 'client' di un 'server' che era quello precedentemente configurato in VirtualBox, ora potrai avere il controllo totale delle tue macchine virtuali da un dispositivo remoto , in questo dispositivo remoto dovrebbe essere installato il RemoteBox.

    Leggi  Come impedire a Windows 10 di impostare automaticamente le app predefinite

    Per usare RemoteBox

    Dopo averlo installato sul dispositivo da cui vogliamo gestire le nostre macchine virtuali, non ci resta che avviare il programma.

    Dopo aver avviato il programma devi cercare il pulsante che dice "connetti", qui ci chiederà di inserire le nostre credenziali (username e password), ci chiederà anche di inserire l'IP del nostro server e la porta 18083 per avviare il connessione.

    Dopo aver completato questo avremo tutto pronto per l'utilizzo delle nostre macchine virtuali, l'esperienza sarà molto simile ad avere un client VirtualBox ma installato fisicamente sul nostro sistema, quando la realtà sarà che tutto il calcolo cadrà sul server in questione .

    Dall'interfaccia di RemoteBox possiamo gestire tutto ciò che riguarda le nostre macchine virtuali , modificare, creare ed eliminare, oltre ad altre funzioni, tutto questo dall'interfaccia semplice e di facile comprensione di RemoteBox.

    Macchine virtuali

    In informatica si definisce macchina virtuale un software che riesce a simulare sistemi informatici, eseguendo programmi proprio come un computer reale , un perfetto duplicato di una macchina fisica, ma senza la necessità di installare fino a 2 e 3 diversi sistemi operativi sul proprio computer PC .

    Tutti i loro processi rientrano nei limiti proposti da loro stessi, essendo utili in vari campi, questi computer virtuali ci forniscono strutture durante l'esecuzione di programmi ancora in fase di sviluppo.

    Ad esempio, uno dei suoi usi più domestici è eseguire sistemi operativi per testare detto sistema operativo o eseguire un programma senza la necessità di installarli direttamente sul computer fisico che stiamo gestendo, ovvero puoi testare un sistema operativo Linux in una macchina virtuale che controlli dal tuo MAC.

    Leggi  Come risparmiare la batteria nel mio smartwatch in modo che non si scarichi rapidamente?

    Con vari tipi di macchine, che si dividono in macchine di processo o macchine di sistema, questa invenzione cibernetica sembra non aver raggiunto il suo pieno potenziale, ha aree di miglioramento.

    Un esempio di ciò è la grande complessità che aggiungono al sistema in fase di esecuzione, vale a dire, devi tenere presente che il programma non raggiungerà la stessa velocità come se lo installassimo sulla macchina host , anche così, la flessibilità che che ci offrono oggi compensa questa mancanza di efficacia.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Go up

    Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul web. Se continui ad utilizzare questo sito, lo assumeremo Maggiori informazioni