Come automatizzare facilmente le strategie della mia campagna di email marketing

Settembre 19, 2021

Nel mondo del marketing digitale, le aziende cercano la maggior quantità di vendite e abbonamenti alle loro pagine web e piattaforme, quindi cercano di catturare quante più persone possibili, per questo è necessario automatizzare le strategie di campagna e avere i messaggi delle e-mail .

    Índice

      Strategie di email marketing

      Il primo passo per automatizzare le strategie di campagna è avere obiettivi chiari e precisi , all'interno di questi obiettivi potrebbe esserci la riduzione dei tempi di invio delle email, allo stesso modo l'aumento delle vendite tramite bollettini informativi (newsletter) o con comunicati stampa.

      Dopo aver definito gli obiettivi, procediamo con la strategia che dovrai raggiungere per raggiungere questi obiettivi, supponendo che l'obiettivo principale dell'azienda sia aumentare la quantità di vendite dei prodotti, verranno create strategie promozionali per la merce che offri.

      Come esempio di queste strategie potrebbero essere utilizzati video tutorial , creazione di banner promozionali, ed anche prove gratuite dei prodotti potrebbero essere inviate agli abbonati e ai clienti fissi dell'azienda.

      Alcuni degli strumenti che possono essere utilizzati nell'Email marketing sono piattaforme per l'invio di newsletter, tra cui vale la pena menzionare: Acumbamail, che offre buoni servizi ed è gestito in spagnolo; Un'altra di queste piattaforme e la più riconosciuta è Mailchimp.

      Allo stesso modo, altre piattaforme sono GetResponse che ti offre 30 giorni gratuiti ma poi devi pagare o Benchmark Email che ha l'automazione.

      Vantaggi dell'automazione delle e-mail

      D'altra parte, oltre all'invio della newsletter, l'invio delle email dovrebbe essere automatizzato in modo che l'email marketing possa funzionare in modo più fluido e meno laborioso, questa azione viene svolta creando dei ripetitori.

      Leggi  Come reinstallare Linux Ubuntu sul mio PC per riparare e recuperare file danneggiati, persi o cancellati

      Per differenze nella newsletter dei risponditori automatici, la prima è solo un'e-mail che viene inviata a un elenco di iscritti dell'azienda o del sito Web, mentre un autoresponder è un'e-mail che viene inviata a una sola persona, in particolare quando effettuano un'azione specifica o quando si verifica un evento.

      Questa e-mail viene creata solo una volta, ma viene inviata ogni volta che una persona attiva "l'innesco", che è il modo in cui viene chiamata l'azione predefinita per l'invio dell'e-mail. Ad esempio, quando qualcuno si iscrive per la prima volta a una pagina web, l'azienda gli invia un'e-mail di benvenuto, ma questa e-mail è un ripetitore, cioè non viene creata ogni volta che qualcuno si iscrive.

      Tra i vantaggi dell'automazione della posta elettronica, viene presa in considerazione una maggiore efficienza nella risposta ai clienti, nonché un rapporto più profondo con loro.

      Passaggi per automatizzare le email

      Per creare l'automazione devi in ​​una prima fase impostare gli obiettivi che vuoi raggiungere, in secondo luogo scegliere il numero di email che verranno inviate automaticamente e quale azione specifica le attiverà, allo stesso modo devi scrivere il contenuto di ogni ripetitore.

      Un altro punto importante è scegliere la piattaforma o l'e-mail che si desidera utilizzare, al loro interno è possibile utilizzare quelle tradizionali come Outlook o Gmail se è la propria preferenza, anche se si dovrebbe evitare lo spam.

      Allo stesso modo, esistono altre applicazioni che aiutano in questo tipo di situazione, come Tempmail con le sue email temporanee; Una volta scelte le sequenze di email e i trigger che attivano i ripetitori, non ti resta che verificare che tutto funzioni correttamente.

      Leggi  Come creare facilmente da 0 personaggi 3D usando Blender

      Alcuni esempi delle azioni che gli iscritti potrebbero intraprendere per attivare l'invio di email automatizzate possono essere: Email di benvenuto; Come spiegato sopra, i nuovi abbonati danno il benvenuto ai ripetitori più utilizzati.

      Altri ripetitori potrebbero essere email di promemoria di appuntamenti o eventi , mini sondaggi dopo aver acquistato un prodotto dal catalogo dell'azienda per conoscere l'opinione del cliente con esso o sondaggi sui suoi gusti per sapere quali contenuti potrebbero essere suggeriti all'acquirente.

      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Go up

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul web. Se continui ad utilizzare questo sito, lo assumeremo Maggiori informazioni